Libri digitali, capiamoli

Scrivener, l’arte del word processor
9 settembre 2017

Un ebook è un libro in formato digitale a cui si può avere accesso mediante computer e dispositivi mobili, come smartphone, tablet, PC e dispositivi appositamente ideati per la lettura di testi lunghi in digitale, detti eReader (ebook reader).

Non tutti i documenti in formato digitale sono eBook (esistono alcuni formati differenti tra loro i due più noti al momento sono ePub e Mobi: l'eBook infatti non si limita a presentare la sostanza del documento cartaceo, ma cerca anche di replicarne la forma, in modo da rendere la lettura il più possibile simile a quella che si avrebbe sfogliando le pagine di un libro. Da ciò deriva che tutte le azioni che in un normale libro cartaceo sono immediate e scontate, come ad esempio lo scorrere le pagine o l'inserimento di un segnalibro, possono essere emulate dal software del dispositivo di lettura.

Il libro elettronico, nell'imitare quello cartaceo, approfitta ovviamente dei vantaggi offerti dalla sua natura digitale, che risiedono principalmente nelle possibilità di essere un ipertesto e inglobare elementi multimediali (di fatto scompattando un libro digitale ci troviamo davanti a un piccolo sito web), e nella possibilità di utilizzare dizionari o vocabolari contestuali. I vantaggi di questo genere di pubblicazione sono notevoli, a partire dal self-publishing, che rende l’ebook più accessibile rispetto ad una pubblicazione tradizionale. Anche i costi sono notevolmente ridotti, permettendo così l’acquisto di più prodotti, e la trasportabilità ne trae vantaggio.

Da non sottovalutare anche alcuni aspetti prettamente grafici, poiché un ebook può essere personalizzato, letto in condizioni di luce scarsa e “navigato”, quindi si ha la possibilità di fare ricerche all’interno del testo, di ingrandirlo, di evidenziare ciò che più interessa e, chiaramente, inserire dei segnalibri al suo interno. Lo svantaggio riguarda un ambito prettamente di sostanza.

I critici dell’ebook sostengono che essi non “sanno” di libro. Gran parte delle persone apprezzano i libri in quanto oggetti concreti, ne apprezzano cioè aspetti come la consistenza, l'odore, il peso ed il suo aspetto tradizionale sullo scaffale, un po’ come accadde ai puristi del vecchio e amato vinile 33 giri, di fronte all’avanzata del supporto musicale in CD. I libri cartacei tradizionali sono anche considerati beni culturali di valore e conservati in tutte le biblioteche del mondo.

Lettori digitalizzati negli anni 2010, 2015 e 2016, fonte AIE.

Strumenti usati

  • eReader7%
  • SmartPhones64%
  • Tablets28%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: